Directory e guida di viaggio

Internazionale
English Français Deutsch Nederlands Italiano Español

Internazionale > L'immagine della settimana > Le mangrovie in Messico

L'immagine della settimana (n° 35): Le mangrovie in Messico.  

Periodicamente (inizialmente, era ogni settimana), Willgoto seleziona qui una bella foto. Le mangrovie e, in particolare, quelle della penisola dello Yucatán in Messico sono il tema della trentacinquesima foto di questa serie. Le mangrovie sono infatti ecosistemi particolarmente preziosi per l'uomo e la fauna selvatica. Questa volta, abbiamo selezionato due immagini.

Mangrovie nella riserva naturale di Ría Lagartos

Mangrovie nella riserva naturale di Ría Lagartos nel nord della penisola dello Yucatán in Messico: alberi delle mangrovie e airone bianco maggiore.

Il paese. Per quanto riguarda il turismo, la penisola dello Yucatán in Messico è nota per le sue spiagge (principalmente quelle nella zona turistica di Cancun e nella Riviera Maya), i suoi siti storici (in particolare le numerose rovine della civiltà Maya), e varie altre attrazioni (come cenotes, parchi di divertimento e siti di immersione subacquea). Ma, i visitatori della penisola dello Yucatan possono anche scoprire molte riserve naturali, alcune delle quali ospitano grandi mangrovie, come Ría Lagartos, Ría Celestún e la riserva Yum Balam sulla costa del Golfo del Messico e la riserva naturale Sian Ka'an sulla costa del Mare Caraibico.

Le mangrovie sono ecosistemi costituiti da foreste che crescono in paludi salate e zone fangose ​​sulle coste (o lungo gli estuari) delle regioni tropicali e subtropicali. Le maree sono una parte essenziale di questi ecosistemi. Gli alberi delle mangrovie si ancorano nel terreno attraverso un complesso di radici avventizie, spesso arcuate, le cui lunghe parti aeree sono più visibili con la bassa marea. Questi alberi sono tolleranti al sale. La parte aerea delle loro radici ha infatti pori respiratori che permettono di ossigenare le radici sotto il fango. Inoltre, alcune specie di questi alberi rimuovono il sale in eccesso fra le loro foglie.

Gli alberi delle mangrovie producono semi che germinano sull'albero e formano radici prima di cadere e affondare nel fango.

Le mangrovie migliorano la qualità dell'acqua filtrando gli inquinanti e fissano i sedimenti trasportati dai fiumi e dalle correnti marine. Forniscono habitat o spazi di riproduzione per molti specie di pesci, molluschi e crostacei. A questo proposito, le mangrovie sono una fonte di cibo per le popolazioni locali che usano anche il loro legno. La ricchezza di questi ambienti marini attira in modo permanente o stagionale un gran numero di specie di uccelli e altri animali, comprese specie terrestri. Gli scienziati stimano che più di 450 specie di vertebrati terrestri (mammiferi, rettili, anfibi e altri) utilizzino le foreste di mangrovie come habitat, almeno temporaneamente.

Le mangrovie riducono l'erosione costiera e forniscono una preziosa protezione contro tempeste, cicloni e in parte tsunami. Inoltre, secondo gli scienziati, le mangrovie sono tra gli ecosistemi che immagazzinano la maggior parte del carbonio, il che è una qualità significativa per contenere il riscaldamento globale.

Mangrovie nella riserva naturale di Sian Ka'an
Mangrovie nella riserva naturale di Sian Ka'an nel sud della penisola dello Yucatán in Messico.

Utilizzando un'osservazione satellitare nel 2010, la NASA ha stimato a 137.760 km² la superficie totale delle mangrovie del pianeta. Purtroppo, quest'area è stata sostanzialmente ridotta negli ultimi decenni a causa delle attività umane (incluso il dissodamento delle mangrovie per l'allevamento di gamberi in Asia) e dei fenomeni naturali (inclusa l'acidificazione del suolo). Le perdite sono stimate al 20% in venti anni.

Considerando che diverse specie di mangrovie sono vulnerabili o minacciate di estinzione, l'Unione internazionale per la conservazione della natura incoraggia progetti per salvaguardare e ripristinare le mangrovie.  L'UNESCO include diverse mangrovie in aree protette come riserve della biosfera e/o siti del patrimonio mondiale. Il 26 luglio è stata dichiarata la Giornata internazionale per la protezione delle mangrovie.

Ría Lagartos è una riserva naturale costiera che comprende una grande laguna. Si trova in Messico sulla costa settentrionale dello Yucatán, vicino alla cittadina di Rio Lagartos, a circa cento chilometri a nord di Valladolid. La riserva non è alimentata da fiumi, ma da correnti marine che si incagliano sulla costa e nella laguna. Con mangrovie lussureggianti, la riserva naturale di Ría Lagartos ospita molte specie di uccelli, pesci, tartarughe, coccodrilli e altri animali. È un'importante area di migrazione, in particolare per i fenicotteri da aprile a settembre. È riconosciuta come riserva della biosfera dall'UNESCO.

La riserva naturale di Ría Celestún è un'altra laguna relativamente simile dove i fenicotteri si incontrano di più da settembre a febbraio. Si trova a circa 300 km a ovest da Ría Lagartos.

La riserva naturale di Sian Ka'an è costituita da una foresta tropicale, siti archeologici, paludi, mangrovie e una parte marittima che comprende barriere coralline. Le mangrovie occupano circa un terzo della sua area. La riserva è una delle più grandi aree protette del Messico. Copre 5.280 km² a sud di Tulum, sulla costa del Mare Caraibico della penisola dello Yucatán. È caratterizzata da un'eccezionale diversità biologica. Ospita una ricca flora e fauna tropicale, tra cui mammiferi come giaguaro, puma, ocelot e tapiro centroamericano, nonché tartarughe marine e centinaia di specie di uccelli e pesci.

Sian Ka'an (che significa "origine del cielo") è sia una riserva della biosfera che un sito del patrimonio mondiale. È anche una zona umida protetta dalla Convenzione di Ramsar.

Si consiglia di vedere anche queste bellissime foto dal Messico (in parte in francese): 


Sian Ka'an

Rio Lagartos

Tulum - Riviera Maya

Cancun - Isla Mujeres

Come arrivarci. La penisola dello Yucatán in Messico è una destinazione turistica molto popolare che può essere facilmente raggiunta da molte parti del mondo. Ha due aeroporti internazionali a Cancun e Cozumel che offrono voli regolari o stagionali per oltre 30 paesi stranieri. Il porto di Cozumel ospita frequenti navi da crociera internazionali. La rete stradale della penisola è ben sviluppata.

L'autore delle foto. Le foto sopra appartengono a WillGoTo.

Vedi anche
:
L'immagine della settimana 1:
Colibrì di Elena, l'uccello più piccolo del mondo, è endemico di Cuba.
L'immagine della settimana 2:
Pagoda della Roccia d'Oro in Myanmar, uno dei luoghi buddisti più sacri nel mondo.
L'immagine della settimana 3: 
Spiaggia nelle Seychelles. Le Seychelles sono una destinazione per una vacanza da sogno.
L'immagine della settimana 4: 
Lemure del Madagascar (Sifaka di Coquerel). È una specie in pericolo, che, come le altre specie di lemuri, è endemica del Madagascar.
L'immagine della settimana 5: 
Patrimonio mondiale della Cambogia. Il Tempio Banteay Srei, conosciuto anche come Cittadella delle donne, in Cambogia è parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO.
L'immagine della settimana 6: 
Squalo leuca e squalo tigre. Entrambi sono purtroppo noti per il loro attacchi mortali sugli esseri umani. Tuttavia, i subacquei esperti possono avvicinarli e nuotare con loro.
L'immagine della settimana 7:
La camminata sul fuoco sull'isola di MauritiusCamminare a piedi nudi sui carboni ardenti è una pratica religiosa ancestrale.

E moltre altre immagini della settimana tra quelle più recenti:
L'immagine della settimana 27: Attività all'aria aperta sull'isola della Réunion. L'isola della Réunion è una destinazione ideale per le attività all'aria aperta.
L'immagine della settimana 28: Spiagge di Zanzibar. Zanzibar è una meta da sogno per le vacanze al mare al sole, soprattutto dopo un lungo safari nell'Africa orientale.
L'immagine della settimana 29: La fauna della Costa Rica. La Costa Rica è una destinazione ideale per tutti gli appassionati di fauna selvatica.
L'immagine della settimana 30: Il granchio rosso dell'isola di Natale (Australia). La migrazione annuale dei granchi rossi dell'isola di Natale è la principale attrazione turistica dell'isola.
L'immagine della settimana 31: Le attrazioni culturali di Bangkok. Il Tempio del Buddha Sdraiato, Wat Pho, è tra le attrazioni più visitate della capitale thailandese.
L'immagine della settimana 32: Le attrazioni turistiche del Belgio. L'Atomium è un edificio straordinario che, come la Torre Eiffel a Parigi, è diventato l'emblema della città.
L'immagine della settimana 33: Le attrazioni turistiche di Luang Prabang (Laos). Il tiempio Wat Xieng Thong è rappresentativo dello stile architettonico religioso di Luang Prabang.
L'immagine della settimana 34: Le attrazioni turistiche di Città Ho Chi Minh (Saigon) in Vietnam. Città Ho Chi Minh e Cholon - il quartiere cinese della città - ospitano molte attrazioni turistiche.

Vedi tutte le nostre
foto della settimana.


 

Links

Clicca qui per ritornare alla pagina precedente
Inicio Willgoto

Links in altre lingue

            
(2)(2)(2)

PubblicitàAggiungere un link - Rettificare un link - Esclusione di responsabilità -  Contattaci
Aggiungere ai vostri preferiti -  Link verso Willgoto - Directory viaggi

Copyright © 2021 WillGoTo. Tous droits réservés.

Le mangrovie, come quelle di Sian Ka'an e Ria Lagartos in Messico, sono ecosistemi particolarmente preziosi per gli esseri umani e per la fauna selvatica.